Ultimo aggiornamento: 2 maggio 2018 alle 19:23

Dieta dell’astronauta. Dalla Nasa: ecco come perdere 10 kg in 2 settimane. DIETA DELL’ASTRONAUTA SPAZIALE!

Dieta dell’astronauta: perdere peso togliendo del tutto pasta e pane: regole semplici per dimagrire velocemente e perdere chili prima della prova costume

DIETA DELL’ASTRONAUTA, L’ORIGINE: MANGIARE COME MANGIANO GLI ESPLORATORI SPAZIALI

Si dice che la dieta dell’astronauta sia stata sviluppata dai nutrizionisti della Nasa per ottimizzare l’assunzione di nutrienti dal cibo e per eliminare i problemi di stomaco. La Nasa avrebbe sviluppato la dieta degli astronauti negli anni ’60 per i suoi astronauti in missione nello spazio. I nutrizionisti della Nasa hanno sperimentato modi per ridurre la quantità di gas prodotto negli stomachi degli astronauti, poiché l’eccesso di gas nello spazio può sconvolgere il delicato equilibrio dell’atmosfera all’interno di una stazione spaziale. I problemi gastrointestinali possono essere minimizzati scegliendo cibi che producono pochissimo gas poiché vengono scomposti nello stomaco. Tuttavia, lungo la strada, la dieta è diventata popolare per un altro motivo: la perdita di peso.

PERDERE 10 KG IN DUE SETTIMANE

Gli effetti di perdita di peso della dieta dell’astronauta non possono essere negati. Non è raro per le persone arrivino a perdere 10 chili in due settimane. La buona notizia è che non bisogna essere un astronauta per approfittare di questo straordinario programma alimentare per dimagrire

LE REGOLE PER DIMAGRIRE VELOCEMENTE

La dieta dell’astronauta dura 13 giorni. Può essere ripetuta dopo due settimane dopo il completamento della dieta. Le regole di base della dieta dell’astronauta includono:

  • evitare grassi e zucchero,
  • limitare i carboidrati,
  • bere due litri di acqua ogni giorno,
  • consumare circa 500 calorie al giorno.

Evitare i grassi significa che tutto il cibo deve essere privo di grassi. Quindi niente olio da cucina, burro o margarina. Lo zucchero non significa solo evitare lo zucchero bianco. Include anche cibi zuccherini come torte, biscotti e dolci.

Carboidrati no!

La dieta dell’astronauta è anche una dieta a basso contenuto di carboidrati, quindi i prodotti a base di pane e grano o cereali sono soggetti a restrizioni. Questo include anche carboidrati amidacei, come patate e riso.
Si consigliano due litri di acqua per accelerare la perdita di peso, ma se si può bere più di questo, allora sicuramente farlo. L’acqua è una parte fondamentale della dieta, poiché più acqua si beve, più si può ingannare il corpo nel pensare di non avere fame.

Basso contenuto calorico

La dieta dell’astronauta è una dieta a basso contenuto calorico e non vi è alcun conteggio delle calorie. A causa del suo basso contenuto di calorie, non è consigliabile seguire questa dieta per più di due settimane di seguito. Ma per la perdita di peso a breve termine, è un ottimo modo per vedere i risultati molto rapidamente. La dieta dell’astronauta può essere ripetuta più volte in un anno, per perdere ancora più peso. La perdita di peso della dieta dell’astronauta è difficile da replicare in altre diete, quindi è possibile seguire la dieta dell’astronauta fino a quattro volte l’anno, a seconda della quantità di peso che bisogna perdere.

COSA MANGIARE: IL PIANO ALIMENTARE

La dieta dell’astronauta permette di mangiare carne, pesce, uova e verdure. È possibile mangiare verdure a volontà, questa sarà la chiave per tenere a bada la fame. Riempire lo stomaco con verdure a foglia o verdure al vapore permetterà di sentirsi più pieni più a lungo.
Attenersi a questi consigli per i 13 giorni, prima di riprendere un normale regime alimentare.

COSA EVITARE:

Nella dieta dell’astronauta, come con tutte le diete, ci sono cibi da evitare se si desidera perdere peso velocemente. Di seguito è riportato un elenco dei principali alimenti da evitare nella dieta dell’astronauta

  • Zucchero e dolci
  • Latte e prodotti lattiero-caseari
  • Bibite e succhi di frutta
  • alcool
  • Verdure ricche di amido, comprese patate, barbabietole, pastinache e carote
  • Riso e pasta
  • Pane e cereali
  • Prodotti a base di carne affumicata
  • Burro e margarina

DIETA DELL’ASTRONAUTA, ESEMPI DI PASTI:

Ecco alcuni esempi di piani pasto per dare alcune idee su cosa mangiare durante la dieta dell’astronauta. Sentiti libero di cambiare o scambiare determinati alimenti se non ti piacciono (ad esempio: manzo per pesce o uova per prosciutto). Scegli un’opzione da ogni pasto per ogni giorno.

Dieta dell’astronauta, cosa mangiare a colazione:

  • 100 g di formaggio, uova in camicia con prosciutto, caffè o tè non zuccherato.
  • Tonno, melanzane grigliate, caffè o tè non zuccherato.
  • Ricotta, cavolfiore, caffè o tè non zuccherato.
  • Omelette con formaggio, caffè non zuccherato o tè.
  • Uova strapazzate con funghi e pomodori, caffè o tè senza zucchero.

Dieta dell’astronauta, cosa mangiare a pranzo:

  • Bistecca, insalata greca, zuppa di sedano.
  • Lonza di maiale, lattuga, zuppa di verdure.
  • Insalata di uova, zuppa di pomodoro.
  • Pesce al forno, cavolo in salamoia.
  • Pollo alla griglia, insalata di giardino.

Dieta dell’astronauta, cosa mangiare a cena:

  • Pesce alla griglia e insalata
  • Arrosto di manzo con fagiolini e broccoli.
  • Cosciotto con piselli e pomodori.
  • Pollo arrosto con zucca e fagiolini.
  • Pesce fritto secco con cavolfiore e broccoli.

DIETA DELL’ASTRONAUTA: I BENEFICI DI UNA DIETA VELOCE E SEMPLICE

Il principale vantaggio della dieta dell’astronauta è la perdita di peso. Essendo una dieta povera di carboidrati e ricca di proteine, la dieta dell’astronauta permette di perdere peso molto velocemente.

Un altro vantaggio della dieta dell’astronauta è la sua semplicità. È molto facile da seguire. Basta ridurre carboidrati e grassi e mirare a mangiare cibi ricchi di proteine per ogni pasto. La breve lista di regole rende facile ricordare cosa si può e non si può consumare per i tredici giorni. Come sempre, un diario alimentare aiuterà a tenere traccia di ciò che si è mangiato ogni giorno e aiuterà a rimanere focalizzati sull’obiettivo.

La dieta dell’astronauta è anche una dieta a breve termine, quindi è sufficiente limitarsi per la durata di due settimane per vedere i risultati. Una volta che le due settimane sono scadute, si può gradualmente tornare a una dieta normale e ringraziare la Nasa e gli astronauti per la nuova figura snella.  Affari Italiani

 

Ricorda di consultare un medico prima di iniziare la dieta.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Le informazioni diffuse dal sito non intendono e non devono sostituirsi alle opinioni e alle indicazioni dei professionisti della salute che hanno in cura il lettore, l’articolo è solo a scopo informativo.

(Visited 81 times, 1 visits today)

Commenta per primo on "Dieta dell’astronauta. Dalla Nasa: ecco come perdere 10 kg in 2 settimane. DIETA DELL’ASTRONAUTA SPAZIALE!"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*