Ultimo aggiornamento: 18 maggio 2018 alle 11:01

Centro Antiviolenza Italiano contro GF: “Deve chiudere immediatamente”

Il Centro Antiviolenza Italiano si è schierato apertamente contro il GF, in particolare dopo l’ultima esternazione sessista di Luigi Favoloso

L’attuale edizione del Grande Fratello 15 condotto da Barbara D’Urso continua a raccogliere grandi ascolti, ma anche tanti dissensi. Dopo il comunicato del Moige di qualche tempo fa, era arrivato anche quello del Codacons che chiedeva la chiusura del “circo degli orrori”, come da esso definito. Adesso anche il Centro Antiviolenza Italiano attacca il GF, rivolgendosi in particolar modo all’episodio che ha dato adito alla squalifica di Luigi Favoloso. Quest’ultimo si è infatti reso colpevole di aver insultato Selvaggia Lucarelli.

Il comunicato del CAI

Il C.A.I ha così deciso di rivolgere la sua solidarietà alla Lucarelli per la grave violenza ricevuta. Con quella frase sessista e diffamatoria, Favoloso ha offeso l’onore e la dignità di tutte le donne. “In un’epoca che si professa civilizzata come la nostra – dice il comunicato dall’associazione – se i rapporti più civili tra i sessi sembrano essere ancora una conquista lontana, ad esacerbare il fenomeno della violenza maschile contro il genere femminile, mistificandolo con i contorni della “normalità”, contribuisce anche la mediaticità di talune affermazioni deplorevoli.

 Noi, come tanti altri centri e associazioni, combattiamo quotidianamente il fantasma della violenza. Ci chiediamo come mai trasmissioni televisive, in onda in prima serata, possano incentivare in tal modo il fenomeno della violenza. Diffondendo messaggi assolutamente aberranti e inconcepibili”. Nel messaggio viene quindi chiesta l’espulsione immediata del concorrente, “perché l’indifferenza uccide più della violenza”.

L’esposto del Codacons contro il GF

Anche dal Codacons, come detto, è giunto un esposto all’Agcom dell’associazione dei consumatori. In esso si denuncia come l’ultima edizione del Grande Fratello abbia fatto raggiungere alla televisione italiana dei livelli di trash troppo elevati. Il Codacons ha infatti annunciato di ricevere da giorni le proteste degli utenti della tv. Sono stati in molti a sostenere di non voler più assistere a spettacoli così aberranti sui loro teleschermi.

L’associazione dei consumatori ha dunque chiesto a Mediaset di fare un passo indietro. “Tra volgarità di vario tipo, violenze verbali, personaggi borderline e finte storie d’amore a uso e consumo delle telecamere, il Grande Fratello è diventato una discarica televisiva, altamente diseducativa specie per i più giovani”, si legge nel comunicato.

La richiesta del Codacons, in particolare, è stata quella di predisporre la sospensione del programma nell’interesse dei telespettatori. Con un esposto all’Agcom, inoltre, è stato chiesto all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni di disporre la chiusura immediata della trasmissione se l’azienda non avesse adottato misure in tal senso. Nei giorni scorsi, del resto, già diversi sponsor avevano deciso di sospendere le loro pubblicità nella trasmissione.  notizie.it

(Visited 16 times, 1 visits today)

Commenta per primo on "Centro Antiviolenza Italiano contro GF: “Deve chiudere immediatamente”"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*