Ultimo aggiornamento: 21 maggio 2018 alle 23:16

Bassano del Grappa, assunto e licenziato in 40 giorni: 300mila euro di risarcimento

VICENZA – Ha lavorato quaranta giorni in un’azienda, poi è stato licenziato. A distanza di sei anni quell’azienda è stata condannata a pagare al lavoratore 36 mensilità che ammontano a circa 300mila euro netti.

A stabilirlo una sentenza del giudice Paolo Talamo del tribunale di Vicenza.

Emilio Calvi, all’epoca 47enne, fu assunto alla Elmo & Montegrappa Spa di Bassano del Grappa. Si tratta di un’azienda che produce penne di lusso, realizzate con oro e pietre preziose. Una realtà prestigiosa, con una sessantina di dipendenti, che annovera tra i propri soci vip come il pilota Jean Alesi e l’attore Sylvester Stallone.

L’11 maggio del 2012 Emilio Calvi viene assunto dalla Eagle, società collegata alla Elmo & Montegrappa, con la qualifica di quadro nel rispetto del contratto nazionale del lavoro settore Commercio. Le sue mansioni sono di responsabile del dipartimento amministrazione-finanza. Ma dopo appena 40 giorni la Eagle lo licenzia per una necessità legata ad un riassetto aziendale.

Oggi, sei anni dopo, è arrivata la sentenza del tribunale di Vicenza presso il quale Calvi aveva fatto ricorso: l’azienda è stata condannata dal giudice Paolo Talamo a corrispondere all’ex responsabile del dipartimento amministrazione-finanza ben 36 mensilità, che ammontano per l’appunto a 300mila euro.di redazione Blitz 

(Visited 67 times, 1 visits today)

Commenta per primo on "Bassano del Grappa, assunto e licenziato in 40 giorni: 300mila euro di risarcimento"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*