Ultimo aggiornamento: 24 maggio 2018 alle 9:15

Premier Conte, prima coltellata a Salvini La promessa a Mattarella: vogliono incatenare la Lega

Giuseppe Conte, l’apertura a Sergio Mattarella: pronto a rinunciare a Paolo Savona, una coltellata a Matteo Salvini

Il governo di Giuseppe Conte non è ancora nato, ma Matteo Salvini deve già incassare la prima “coltellata”. Si sa, la partita dei ministri è ancora aperta. Uno dei principali nodi riguarda l’Economia, dove la Lega vuole Paolo Savona, il libero pensatore anti-euro. Nome al quale, però, Sergio Mattarella si oppone con tutte le sue forze. Una contrarietà che il capo dello Stato avrebbe ribadito a Conte nel corso del lungo colloquio in cui gli ha conferito l’incarico di premier. Un colloquio talmente lungo da far sospettare – ma più che un sospetto è una certezza – che ci siano molti punti d’attrito tra il Quirinale e l’esecutivo che si sta plasmando.

E secondo il Corriere della Sera, su Savona, Conte concorderebbe con Mattarella. Secondo il premier in pectore infatti esisterebbero delle alternative migliori di Savona per il ministro che sarà il garante del Bilancio (non a caso, il quasi-premier, nel suo primo discorso ha affermato che l’Italia non uscirà dal solco dell’Europa). Insomma, al Colle, da parte di Conte sarebbe arrivata una sostanziale apertura alla rinuncia di Savona. Una coltellata, per Salvini e la Lega, che per tutta la giornata di giovedì sono rimasti sulle barricate, in difesa del loro candidato, un nome contro il quale si sta muovendo l’Europa e, quindi, anche il Quirinale. E ora, pare, anche Conte. Libero

(Visited 731 times, 1 visits today)

Commenta per primo on "Premier Conte, prima coltellata a Salvini La promessa a Mattarella: vogliono incatenare la Lega"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*